sabato 20 aprile 2013

Coltiviamo un sogno

Questo blog è uno strumento destinato a diffondere e condividere la sfida che stiamo portando avanti: utilizzare l'orto a scuola come uno strumento per insegnare. Quindi non facciamo l'orto per fare l'orto ma coltiviamo ortaggi per fornire alla scuola uno strumento col quale superare la divisione in discipline tipica della scuola stessa.

Un esempio? Proprio ieri una bambina ha detto "lo sai che se noi coltiviamo il grano a scuola è perché nell'antichità una donna ha scoperto che i semi della piante di cui venivano raccolti i frutti facevano nascere nuove piante quando cadevano a terra?". Eccoci al dunque: il grano seminato insieme ha avviato una riflessione durante la lezione di storia e quella riflessione è tornata nell'orto della scuola.

Proprio perché risultati del genere non possono rimanere patrimonio di pochi, a questo blog è stata affiancata una pagina Facebook e ci si dà da fare per fare in modo che il messaggio arrivi più lontano possibile. La pagina "scrivono di noi" di questo blog ha i link ai siti web che parlano (o scrivono?) di noi per ricambiare, almeno a titolo di cortesia, l'attenzione che ci viene dimostrata.

In questi giorni sono avvenuti due fatti in linea con queste linee di divulgazione che ci piace sottolineare.

Il primo è la pubblicazione di un'intervista all'ideatore del nostro progetto da parte del quotidiano on-line "Lo Schermo", una testata che ha una certa importanza a Lucca e provincia, cioè dove il nostro progetto viene portato avanti. Per il progetto è una grande occasione di visibilità proprio localmente dove, per assurdo, c'è chi non ci conosce o ci confonde con altre iniziative aventi una valenza diversa, seppur legate all'orto a scuola.

La seconda ha, invece, un respiro ben più ampio e ci inorgoglisce non poco: il progetto è finalista nell'Agricoltura Civica Award 2013 nella categoria "Orti condivisi". Si tratta di un concorso biennale giunto alla terza edizione il cui obiettivo è quello di far emergere le pratiche di Agricoltura Civica presenti nel paese, per farle incontrare tra loro e farle conoscere dalla collettività in modo da creare una conoscenza condivisa ed allargata di queste importanti forme di innovazione sociale. In questo momento è possibile esprimere il gradimento nei confronti del nostro progetto visitando la pagina ad esso dedicata e cliccando su "mi piace" o condividendo sui social media.

Inutile dire che per il nostro progetto essere tra i finalisti di un prestigioso concorso promosso dall'Agenzia Italiana per la Campagna e l'Agricoltura Responsabile (AICARE) col patrocinio di INEA (Istituto Nazionale di Economia Agraria) è, di per sè, un grande risultato.

Noi continuiamo con ancora più entusiasmo il lavoro con i bambini nelle scuole ma coltiviamo un sogno: quello di vedere riconosciuto lo sforzo di molti amici e sostenitori con un buon piazzamento nella finale. Non ci rimane che incrociare le dita, così come spesso fanno gli agricoltori dopo aver interrato i semi...